mercoledì 23 gennaio 2013

Ti seguo ogni notte!


Qualche tempo fa... oddio ormai eoni fa, ho comprato un libro con questo titolo, affascinata dal titolo e, lo confesso, dalla copertina... Proprio io che non giudico mai un libro da una copertina :P
Il protagonista è uno che lavora per un programma televisivo mi sembra, che va in onda appunto di notte e il titolo gioca proprio su questo... anche se ad un certo punto rasenta lo stalker... È stata una piacevole lettura e una delle poche volte che un autore italiano merita, ma non è per parlare del libro che scrivo. Il titolo mi è tornato in mente così, all'improvviso e l'ho trovato adatto a una cosa che mi sta capitando di recente...
Per vie che nemmeno son sicura di riuscire a spiegarmi son finita sul blog di una persona, che conosco poco... no, la verità è che non la conosco affatto e, forse per riempire le lacune o scoraggiare un vacuo interesse nascente, che ho iniziato a leggere cosa scrive...
Chi ha avuto a che fare con entrambi pensa che un "contatto" tra noi potrebbe avvicinarsi allo scontro tra due buchi neri. Universi nell'universo che contengono l'infinito, che attraggono distruggendo ogni cosa orbiti troppo vicino o che potrebbero alimentarsi a vicenda in eterno, che spettacolo affascinante e devastante potrebbe essere... Forse sono troppo epica, in realtà hanno solo un tantino storto il naso xD
Però ho iniziato a seguirlo, e lo faccio di notte, nei momenti in cui tutto intorno è calmo, quando la pioggia fitta e gelata di questi giorni ti entra nelle ossa e non c'è riscaldamento che tenga, quando gli unici rumori sono i respiri regolari di chi dorme già beato. Di notte, quando tutto assume contorni sfocati ma in cui tutto non può esser più limpido di così.
Il primo impatto è stato devastante! Ho macinato lettere e parole fino a tardi, seguendo ogni riga e sgranando gli occhi non solo per lo stile ma per la capacità di dare voce a pensieri miei per i quali io avrei "sprecato" infinite parole... e l'ho odiato!  
Mi son sentita defraudata di pensieri ed emozioni: "Perchè lui è riuscito a scriverle?!" "Perchè è così dannatamente bravo a mettere a nudo se e di rimando me stessa!?" "Chi diavolo sei?!!!" È un po' come un pittore che intinge il pennello nella tua anima per dipingere un suo quadro. 
E mi piaceva sentirmi unica nel mio sfigato mondo di complessi e menate mentali, adoravo crogiolarmici dentro e poi arriva lui con questo suo disarmante "Io sono così" e a me vien voglia di urlare "Ma sei come meeeee!!" e anzichè sentirmi sollevata da un senso di condivisione, sono delusa da questa "normalità".  
Che rabbia, che nervi, chi è questo sconosciuto che rende qualunque cosa io possa scrivere, ora e in futuro, "già letta", togliendomi la possibilità di perdermi in menate mentali a me così care.
E qualunque tentativo io potessi fare non sarei così brava... Io avrei usato mille parole e lui due... Mi sono arresa!
Più leggevo più non lo conoscevo, però sembrava che lui conoscesse me e mi son fusa con le sue emozioni senza raggiungere lo scopo da me prefissato. 
Ad un certo punto, in un certo momento, tra quella parola e la riga successiva, ho smesso di chiedermi chi fosse lui, ad un certo punto ho provato l'irrefrenabile desiderio di scappare a gambe levate. Quel buco nero mi stava attirando troppo verso le sue spire, ammirazione e invidia si son alternate in me...

Eppure continuo a seguirlo... Ogni notte arrivo al suo blog e ora centellino i post perchè non scrive con assiduità e quello che non ho voracemente divorato nei primi giorni ora deve durarmi fino al prossimo... E mi sento così bene a farlo:
"Ti seguo ogni notte" (almeno per ora :P)

Poi mi è tornata la voglia di scrivere, non per competere, mi è venuta voglia di condividere di nuovo i miei pensieri. Se leggere di lui come se parlasse di me mi ha suscitato sensazioni contrastanti ma talmente forti da farmi sentire di nuovo viva, allora quello che sono non è così male, forse non sono così strana e, forse, se anch'io riuscissi a passare a qualcun'altro le stesse emozioni, metà delle mie ambizioni potrebbero ritenersi soddisfatte.
Mi è tornato il desiderio di scrivere!
"Ti seguo ogni notte" e mi piace dannatamente farlo xD

2 commenti:

Dama Arwen ha detto...

Uddio… ho creato un mostro!!
XD

Dissento su una cosa… tu non sei affatto come lui! È credo sia solo che lui ha iniziato a scrivere mooooolti anni prima di te! ^^
Ci ha anche raccontato come e quando, te lo racconterò a voce.
Sappi che ha anche scritto un libro e io l'ho comprato (ma non ancora letto, per ora Tolkien e Martin hanno la precedenza).

Comunque, GIURO che appena ho visto il titolo del post ho pensato che si rifessire proprio quello che hai scritto, alle letture nottunre quotidiane.
Ed è tutta colpa miaaaaa!
:-*

Marymiao ha detto...

lol damina prenditi le TUE responsabilità xD
No beh su molte cose siamo simili, su molte altre invece siamo agli antipodi, io non sono così categorica su certe cose e non guardo le persone dall'alto in basso, per citarne una :P... però molte delle volte in cui mette a nudo l'anima mi sembra di esser io a pronunciare quelle parole. Lo sapevo che avresti capito al volo ihih... Sai cosa... per quanto strano sia non ho nessuna curiosità di leggere il suo libro :P