lunedì 17 marzo 2014

Scusi vuol lavorare per me? Grazie, preferisco di no!

 

E che qualcuno venga a dirmi che non sono un tipo che s'impegna per lavoro.
Domenica sera - e già qui confesso che avrei potuto sospettare qualcosa - mi chiama sto tizio in risposta alla mia candidatura per il ruolo di web designer presso la loro azienda e mi propone un colloquio per il giorno dopo a Bologna."Dopo pranzo" mi dice.
Ero al cartoomix e capirete che non è così facile gestire una telefonata di questo genere in quel contesto...
Beh... gli chiedo del tempo per organizzarmi con i treni e poi gli scrivo, badate bene, ho detto scrivo: nessuna conversazione fraintesa, nessuna parola incompresa, scritto nero su bianco!
"Ho guardato i treni - sì, hai presente?! quella cosa che viaggia su rotaia?!? - arrivo per le 14:00."
E mi ha pure risposto fissando l'appuntamento per le 15:00.
Di buona lena mi sveglio, mi preparo e parto!
Alle 13:20 ca. arriva una telefonata.
- Ahem, mi scusi, sono il programmatore dell'azienda, abbiamo appuntamento ma ci siamo accorti ora che lei è a Milano e volevamo disdire il colloquio perché cerchiamo per la sede fuori da Bologna e non è comodo. -
- Scusi ma sono a Reggio Emilia, sarebbe stato il caso di avvisarmi prima. - e di accorgervene prima...
- E non lo so, ma tanto è in macchina no?!-
- No! Come ho scritto ieri sono in TRENO -
- Beh non so, è che lei è a Milano, dovrebbe considerare il trasferimento... -
A sto punto stavo perdendo le staffe, volevo vedere proprio dove andava a parare:
- Beh, sa, dipende! Dal contratto che volevate offrirmi, inteso come durata e compenso, potrei esser disposta a... -
A questa mia risposta è seguito il silenzio.
- E quindi? -
Ho incalzato temendo fosse caduta la linea.
- No, beh, per noi siamo apposto così. -
Ma così come idiota???
- Annulliamo l'appuntamento -
Quando gli ho fatto notare che ho speso soldi e tempo per andare a Bologna ha solo ribadito che gli spiaceva ma era stato un equivoco...
Ma vaffa...
Conclusione: son scesa dal treno a Modena e ripartita mezz'ora dopo per Milano...
In definitiva: le aziende NON leggono i CV o hanno dei dipendenti che NON sanno fare il loro mestiere, in entrambi i casi mi sono rotta!
Nel caso specifico, avrei potuto mangiare la foglia quando la tel per il colloquio è arrivata... 
Demoralizzata, delusa, incazzata e con i soldi dei biglietti in meno.

3 commenti:

Dama Arwen ha detto...

Abbiamo già chattato a lungo a riguardo… dico solo che non si può fare così, io sarei arrivata a bologna e gli avrei incendiato il giornale con la cacca dentro, sullo zerbino.

Non ho pensato di dirti di sentire Sybilla, magari lei era libera x una gita fuori porta. Ma temo fossi troppo incazzata per svagarti a Bologna.

Non essere delusa di te stessa, il tuo comportamento è stato encomiabile sono solo loro da biasimare e diffidare nelle agenzie di lavoro.

Marymiao ha detto...

Grazie Damina, soprattutto per il sostegno prima, durante e dopo.
È solo che è così frustrante :(

Anonimo ha detto...

Capisco e condivido la frustrazione!
Ed é vero!non leggono i cv! É allucinante e disonesto!
Liv